capitolo 14 DOCUMENTARIO nell’ ORTO bio SINERGICO Entelekia – CAMPOMADRE 2018 – Alessandro Montelli



campomadre realizza un video percorso a scopo informativo e divulgativo sul tema dell’ Agricoltura Evolutiva Bio Sinergica, nell’ Orto Sinergico Entelekia.

In questo capitolo 14 vediamo la nascita di nuove aiuole nel terreno insediato dal bambuseto che quest’anno ha visto come protagonista il mais multivarietale nel progetto ‘culla genetica’.
Dopo la raccolta abbiamo iniziato a preparare il terreno per ricavare delle nuove aiuole sinergiche con le tecniche presentate nel capitolo 1 e 2.
Durante le operazioni di dissodamento con la vanga forca troviamo i rizomi di bambù che tessono una fitta rete molto faticosa da guastare, ma con un po’ di pazienza e di perseveranza ad oggi siamo riusciti a liberare lo spazio per 3 aiuole di cui 2 ospitano l’aglio biancone di romagna e lo scalogno tondo. Nella terza aiuola finalmente entrano in gioco i bulbi delle cipolle di Alife raccolti questa estate. Li mettiamo a dimora lungo un solco che percorre tutta l’aiuola, posizionando i bulbi molto fitti. Richiudiamo il solco e speriamo bene, che tutto vada per il meglio. Manca solo da azionare il cippatore e produrre la pacciamatura triturando le potature delle siepi per coprire questa terza aiuola così come sono state coperte le altre due.
Prima però apriamo una parentesi sui semi di mais raccolti dall’esperimento ‘culla genetica’ che per noi è stato un vero successo. Ebbene, le esperienze ci insegnano che non è sufficiente che il raccolto sia abbondante, poiché è altrettanto fondamentale la corretta conservazione delle sementi.
A temperatura ambiente le sementi naturali che non sono state trattate con dei veleni dopo un certo tempo possono essere danneggiate da larve e/o insettini che si schiudono dal loro interno.
Oltrepassiamo la soglia della determinazione e agiamo per trasformare il problema in soluzione, così dapprima valorizziamo tutti i semi rimasti sani e intatti, poi li mettiamo sottovuoto e per ultima cosa li mettiamo in un luogo dove le temperature siano inferiori agli zero gradi centigradi. Per il momento siamo sprovvisti di un congelatore così li teniamo fuori sotto l’influsso del gelo invernale, ma ci ripromettiamo presto di recuperare un congelatore appositamente dedicato alla conservazione dei semi.
E se da un lato ci occupiamo dei semi da salvare, dall’altro è arrivato il momento di occuparci dei semi da piantare.
Siamo arrivati ai primi giorni di gennaio, iniziamo a seminare cavoli, lattughe, aromatiche, sedano, fiori, cardi, carciofi e altro, consapevoli che le basse temperature potrebbero tenere ancora in uno stato di dormienza i semi, ma confidiamo anche nel fatto che in serra quando c’è il sole sembra primavera, quindi forse qualcosa nascerà! Questa semina ‘di capodanno’ qui a campomadre sta diventando una tradizione gustosa anche perché in base a ciò che nasce e a ciò che non nasce possiamo trarre informazioni importanti dal punto di vista del calendario fenologico. E’ un semenzaio, ma in qualche modo è anche un termometro che ci segnala l’arrivo reale delle giuste temperature per la nascita di una determinata varietà in un determinato momento.
Affianco a questo semenzaio vediamo di sfuggita anche il cassone realizzato recentemente dove ora insalate e scalogno iniziano a trovare il loro posto al mondo.
Per concludere facciamo una carrellata su alcune delle aiuole avviate nel capitolo 11 e constatiamo che tutto sta andando bene. Le semine di riempimento di rucola tappezzano il suolo efficacemente. I cavoli, i sedani, gli agli, le cipolle e i piselli crescono lentamente ma inesorabilmente. Le insalate invece ci forniscono un dato importante: laddove abbiamo scelto di trapiantare i radicchi stiamo vedendo che la crescita è meno rigogliosa rispetto a dove abbiamo scelto di trapiantare le lattughe. In altre parole stiamo constatando che se ci si trova a fare dei trapianti di insalate in tardo autunno è propizio scegliere le lattughe al posto dei radicchi.
Ridendo e scherzando si è compiuto un anno, tante cose sono successe e tante cose ancora devono succedere, ma in questo attimo presente sta succedendo la cosa più importante:
arriva un respiro
e con esso
una nuova possibilità
di essere felici

#ortobiosinergico #campomadre #alessandromontelli


Fuente – Source

capitolo 14 DOCUMENTARIO nell’ ORTO bio SINERGICO Entelekia – CAMPOMADRE 2018 – Alessandro Montelli

Necesitas ayuda con wordpress? Entonces WPVideo es tu sitio.
Encuentra lo que buscas entre cientos de miles de videos y experiencias personales de otros usuarios. Todos los que empezamos con wordpress deberíamos tener acceso a esta web, ojalá yo hubiera tenido algo así cuando empecé mi camino como webmaster 🙂
Pero ahora quiero y puedo poner esta web a vuestra disposición.
Disfrutadla 😉

Need help with wordpress? Then WPVideo is your site.
Find what you are looking for among hundreds of thousands of videos and personal experiences of other users. All of us who started with wordpress should have access to this website, I wish I had something like that when I started my journey as webmaster 🙂
But now I want and I can put this website at your disposal.
Enjoy it 😉

https://www.wpvideo.eu

Publicado en Bases de datos (Databases), Soluciones (Problems solved), Temas (Themes), Wordpress y etiquetado .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *